Amazon Alexa vs Google Assistant: un assistente virtuale è migliore?

Un uomo tiene in una mano Amazon Echo Dot e Google Nest Mini.

Un assistente virtuale può chiamare e inviare messaggi alle persone, spegnere le luci, riprodurre musica o programmi TV, avviare la macchina del caffè al mattino e molto altro ancora. Insomma, un assistente virtuale ti semplifica la vita. Se hai già cancellato Siri di Apple, le tue due opzioni principali sono Alexa e Google Assistant. Ma quale è meglio?

Come per qualsiasi confronto, alcune funzionalità sono oggettivamente migliori, mentre altre sono più soggettive in base alle esigenze specifiche dell'utente. Sia Alexa che Google Assistant hanno aree in cui brillano e aree in cui potrebbero chiaramente utilizzare un po' di lavoro.

Continua a leggere...

Alexa è la scelta migliore se desideri creare un ecosistema di casa intelligente dinamico, ma è piuttosto difficile utilizzare le funzionalità dell'assistente di Alexa quando esci di casa. Puoi acquistare specificamente uno smartphone con Alexa integrato per un'esperienza completa, ma in caso contrario devi scaricare l'app mobile Alexa (Android/iOS) e aprilo ogni volta che vuoi dare un comando tramite il tuo smartphone.

Se i tuoi usi principali per un assistente virtuale devono essere eseguiti sul tuo smartphone e hai uno smartphone Android più recente, l'Assistente Google è la soluzione migliore. Sugli smartphone con Android 5.0 e versioni successive, l'Assistente Google è integrato, permettendoti di dire "Ehi, Google" e dare un comando o fare una domanda senza prima aprire un'app.

Ma questo è solo il TL; DR per questo confronto. Se vuoi tutti i dettagli nitidi, abbiamo confrontato Alexa e Google Assistant in una varietà di modi diversi per vedere quale è risultato il migliore in categorie specifiche.

Privacy

Ascolto dell'app Google Assistant sull'immagine dello schermo dello smartphone

Indipendentemente dall'assistente vocale che scegli di utilizzare, sono quasi uguali in termini di privacy. Stanno sempre ascoltando la loro parola o frase sveglia per essere a tua completa disposizione, il che significa che stanno sempre ascoltando per ogni evenienza. Gli assistenti virtuali sono generalmente più utili che invasivi, ma può comunque essere un po' strano avere un dispositivo che monitora costantemente il suo ambiente per la sua parola d'ordine.

Amazon ha dichiarato che non viene registrato nulla a meno che non venga rilevata la parola sveglia di Alexa primo. Anche in questo caso, le registrazioni vocali vengono conservate solo per migliorare le richieste future e la funzionalità complessiva. Google, invece, non salva le tue registrazioni audio sui server di Google per impostazione predefinita. Se attivi questa funzione e consenti la registrazione, l'Assistente Google funziona proprio come Alexa, registrando solo la tua voce e le tue richieste una volta rilevata la parola sveglia.

E anche allora, entrambe le società ti consentono di eliminare tutte le registrazioni vocali tramite un'app complementare o facendo una richiesta verbale all'assistente virtuale: ironico, giusto? Detto questo, Google sembra avere un leggero vantaggio su Amazon qui perché la società semplifica la disattivazione della registrazione vocale in qualsiasi momento e imposta i dati per l'eliminazione automatica dopo un limite di tempo specificato. Mentre Amazon ti consente di visualizzare ed eliminare tutti i dati registrati da Alexa, non c'è modo di impedirne la registrazione dopo che è stata rilevata la sua parola sveglia, a meno che tu non spenga manualmente il microfono.

Molti dispositivi intelligenti con un assistente integrato ora sono dotati di pulsanti di spegnimento del microfono, che ti consentono di spegnerlo fisicamente e non preoccuparti se è ancora in ascolto. Se disponi di uno smart display con una fotocamera, in genere è presente un otturatore per la privacy, quindi puoi rendere impossibile vedere qualsiasi cosa anche se la fotocamera è accesa. Di solito ci sono anche indicatori luminosi o sonori che indicano quando un assistente virtuale rileva la sua parola sveglia.

Lingue e accenti

Installazione del nuovo Amazon Echo su un display touchscreen.

Secondo il sito degli sviluppatori di Google, l'Assistente Google è attualmente in grado di riconoscere il parlato e di risponderti effettivamente nove lingue diverse, sebbene alcune di queste lingue abbiano variazioni dialettali. Ad esempio, c'è l'inglese per gli Stati Uniti, ma anche i dialetti per l'Australia, il Canada, l'India e il Regno Unito. Tuttavia, all'interno delle impostazioni dell'Assistente Google su uno smartphone, vengono visualizzate oltre 20 lingue e puoi aggiungere fino a due lingue nelle tue impostazioni se le scambi regolarmente quando dai i comandi.

Le lingue disponibili tramite l'Assistente Google variano in base al Paese in cui ti trovi, sebbene Google offra ancora più varietà rispetto ad Alexa in questo momento. Tieni presente che Google ha il suo programma Translate, che esiste da anni. Utilizzando tutti questi dati, Google è in grado di offrire di più e può persino tradurre comandi verbali piuttosto accurati.

Né l'Assistente Google né Alexa sono bravi gestire gli accenti forti, ma stanno migliorando. Si potrebbe sostenere che l'Assistente Google sia leggermente più avanti nel riconoscere gli accenti semplicemente a causa della sua esperienza con l'app Translate, ma la differenza è minima.

Anche il sito Web degli sviluppatori di Amazon elenca nove diverse lingue supportate per Abilità, anche con vari dialetti. La società afferma che i clienti che interagiscono con Alexa in una delle lingue supportate possono utilizzare le competenze che supportano quella lingua. Ad esempio, se un cliente imposta il proprio dispositivo Alexa in modo che utilizzi il tedesco, può utilizzare qualsiasi competenza pubblicata che supporti la lingua tedesca. In alcune aree, Alexa offre anche ai clienti la possibilità di aggiungere una seconda lingua, proprio come l'Assistente Google.

Compatibilità con dispositivi intelligenti

Altoparlanti intelligenti Amazon Echo Alexa. Eco di 1a generazione al centro e altoparlanti di 2a generazione su entrambi i lati.

Alexa è ovviamente compatibile con i dispositivi progettati da Amazon, come il Echo Dot, Echo Show 5e Echo Studio. Una combinazione di questi dispositivi è piuttosto necessaria se si desidera creare un ecosistema di casa intelligente ed eseguirlo con Alexa. Ma Amazon non produce una friggitrice ad aria o una caffettiera intelligente, almeno non ancora, e questi dispositivi non sono sempre compatibili con Alexa. Tuttavia, di solito puoi trovare più dispositivi compatibili con Alexa di quanti ne trovi disponibili con l'Assistente Google.

Dispositivi Google Home, Hub e Nest insieme in mostra in gruppo.

L'Assistente Google è integrato in quasi tutti i telefoni Android ed è compatibile con qualsiasi dispositivo smart che puoi trovare sul sito web di Google. Questo include Nest Altoparlanti intelligenti, Display intelligenti, Dispositivi di streaming, Dispositivi Wi-Fi, Serrature delle porte, termostato, campanelli, Camere, e altro ancora. Mentre Google ha sviluppato i suoi prodotti Nest per includere una vasta gamma di utili dispositivi intelligenti, Amazon ha acquisito aziende esistenti per soddisfare esigenze simili, come Ring, Blink e iRobot.

Secondo quanto riferito da Statista, ci sono finiti Dispositivi 100,000 che sono compatibili con Alexa e oltre Dispositivi 50,000 compatibili con l'Assistente Google. Mentre 100,000 è un numero enorme, lo è anche 50,000. Potrebbe sembrare un'affermazione sciocca, ma vale la pena dirlo perché l'Assistente Google è ancora compatibile con una vasta collezione di dispositivi. E in più di un modo, l'Assistente Google è attualmente più intelligente di Alexa e integrato in più telefoni Android al momento.

Domande e comandi

Assistente Google su uno smartphone.

La maggior parte degli assistenti virtuali non ha problemi a rispondere a domande di base: "Quanto fa 2 + 2?" :Perché i cani ansimano? "In che anno l'uomo è andato per la prima volta nello spazio?", oppure seguendo semplici comandi, come "accendi le luci della camera da letto", "riproduci la mia playlist di studio su Spotify" o "chiama mamma". Ma per quanto riguarda domande e comandi più complessi? Per testare i limiti di ciascun assistente virtuale, è consigliabile porre due domande racchiuse in una o dare contemporaneamente due comandi separati ma correlati.

Nel 2018, abbiamo fatto sfidare Alexa, Google Assistant e Siri in un semplice domanda faccia a faccia, e le loro risposte a ogni domanda erano praticamente le stesse. Quattro anni dopo, queste risposte sono probabilmente ancora più simili. Sarebbe impossibile approfondire ogni domanda che potresti porre all'Assistente Google o ad Alexa, ma daremo sicuramente un'occhiata ad alcune aree di conoscenza generale in cui gli assistenti virtuali si sono dimostrati più utili.

Navigazione

Google Maps si apre su uno smartphone collegato al cruscotto di un'auto.

Un buon assistente virtuale può portarti ovunque tu debba andare, che si tratti di un'autofficina o dello Starbucks più vicino. Google Assistant e Alexa sono entrambi ben attrezzati per darti informazioni sul traffico durante i tuoi normali spostamenti o fungere da navigatore in una nuova area. Detto questo, l'Assistente Google sembra fare un lavoro migliore nella stima accurata delle condizioni del traffico e dei tempi di percorrenza: c'è un motivo per cui Google Maps ha oltre 10 miliardi di download, solo sul Play Store, oltre a offrire una migliore assistenza per il trasporto pubblico.

Anche se Google Maps è la scelta di navigazione popolare per molti utenti Android, non è necessario impostarlo come predefinito affinché l'Assistente Google fornisca informazioni di guida affidabili. Ad esempio, se Waze fosse la tua app di navigazione preferita, l'Assistente Google invierebbe le informazioni sul percorso a quell'app e non alla sua app Maps proprietaria. Inoltre, mentre puoi portare Alexa in macchina con te, è certamente più difficile che portare Google Assistant.

Prendendo spunto dalla nostra domanda faccia a faccia nel 2018, abbiamo posto a Google Assistant e Alexa alcune domande di navigazione e registrato le loro risposte:

"Quanto dista in auto da Los Angeles a New York City?"

  • Assistente Google: "Sono 2,788 miglia per arrivare a New York da Los Angeles in auto." Quindi, viene visualizzata una panoramica della mappa, insieme all'autostrada principale che dovrai prendere e al numero totale di ore di guida.
  • Alexa: "Da Los Angeles, New York dista 2,791.3 miglia in auto." La risposta originale di Alexa a questa domanda nel 2018 è stata: "Scusa, non sono riuscito a trovare quello che stai cercando". Oltre alla risposta di Alexa, vedrai anche le principali autostrade su cui viaggerai e quanto durerà in ore e minuti il ​​viaggio.

"Dov'è lo Starbucks più vicino?"

  • Assistente Google: "Ho trovato alcune sedi di Starbucks vicino a te." L'Assistente Google mostra una panoramica della mappa e mette in evidenza le tre località più vicine, mostrando la loro scheda informativa che normalmente vedresti nelle ricerche su Google, con orari di apertura, indirizzo dell'attività, a quanti chilometri si trova e pulsanti di accesso rapido per chiamare l'attività o mappa la tua strada lì.
  • Alexa: "Lo Starbucks più vicino è a 0.3 miglia di distanza sull'autostrada 377 E." Quindi, Alexa include anche alcune informazioni visive estratte da Yelp, tra cui un'immagine, valutazione a stelle, indirizzo completo, numero di telefono, orari di apertura e un collegamento cliccabile per portarti a Yelp.

“Dove posso far riparare la mia macchina?”

  • Assistente Google: "Ho trovato alcuni posti vicino a te." Quindi, l'Assistente Google ha visualizzato tutti i tipi di informazioni utili, inclusa una visualizzazione della mappa (da Google Maps), le prime tre opzioni e tutte le informazioni sulla loro attività e alcune possibili risposte per aiutarti a completare il tuo comando. Ad esempio, l'Assistente Google suggerisce che potresti rispondere con "Il più vicino" o "Officine di riparazione auto" invece di ciò che hai cercato inizialmente. I luoghi che l'Assistente Google mi ha mostrato erano etichettati come officine di riparazioni auto o autocarri.
  • Alexa: “Ho trovato alcune opzioni per questo. C'è il Car Store a 211.5 miglia di distanza su [nome della via], il Car Store a 225.5 miglia di distanza su [nome della via] e il Car Store a 227.5 miglia di distanza su [nome della via].” Sebbene Alexa nomini solo tre luoghi, il che è ancora troppo, cinque vengono visualizzati sullo schermo insieme alle loro informazioni su Yelp. Inoltre, il Car Store è un concessionario di auto usate, quindi immagino che la soluzione di Alexa per riparare la tua auto sia comprarne una nuova. Ok, il Car Store esegue alcuni servizi di auto, ma solo per i propri clienti.

Assistenza in cucina

Amazon Echo Smart Home Alexa Voice Service in una cucina.

Alexa e Google Assistant semplificano l'uso delle mani libere in cucina, il che è fantastico perché le tue mani non sono sempre abbastanza pulite da toccare il telefono mentre cucini o cuoci. Tuttavia, entrambi gli assistenti virtuali sono veramente utili solo se si dispone di uno smart display e non solo di uno smartphone.

Con uno smart display, l'Assistente Google e Alexa possono trovare una ricetta per te, leggere ad alta voce gli ingredienti e le istruzioni e ripetere tutto ciò di cui hai bisogno durante il processo di cottura o cottura. Se hai solo uno smartphone, entrambi i VA possono trovarti una ricetta ma non possono fare molto oltre. Dopo aver chiesto all'Assistente Google di trovare una ricetta per i biscotti con gocce di cioccolato, quattro dei risultati più popolari, dalla prima pagina dei risultati di ricerca di Google, sono stati visualizzati sul mio schermo come link selezionabili. Alexa è stata un po' più utile, ma non di molto.

Dopo che Alexa ha trovato una ricetta con gocce di cioccolato, ha fornito alcune diverse opzioni di risposta: "Avvia ricetta, invia al telefono, aggiungi all'elenco o ascolta la prossima ricetta". Rispondendo con "avvia ricetta", Alexa ha quindi chiesto se doveva elencare gli ingredienti o le istruzioni. Anche se tutto questo sembra promettente per Alexa come assistente di cucina su uno smartphone, purtroppo non è così. Che si tratti di "raccogliere ingredienti" o "ascoltare le istruzioni", Alexa iniziava forte e poi chiudeva a caso la conversazione.

Se non hai uno smart display in cucina, come un Echo Show 5 o un Google Nest Hub, puoi comunque utilizzare Alexa o l'Assistente Google sul tuo smartphone per aiutarti. Puoi chiedere al tuo assistente virtuale di impostare un timer, controllare un dispositivo da cucina intelligente che è stato connesso o riprodurre musica, così non ti annoierai mentre cucini.

Contattare le persone: chiamate, chat video, messaggi

Mano di donna che tiene iPhone 11 che effettua una chiamata.

SMS, chiamate e persino videochiamate sono tutte funzioni piuttosto basilari di qualsiasi smartphone al giorno d'oggi, quindi ha perfettamente senso che Alexa e Google Assistant siano entrambi in grado di eseguire questi comandi. Puoi persino inviare messaggi ed effettuare chiamate telefoniche e videochiamate se dispone di tale funzionalità gratuitamente, sia che tu abbia solo l'app mobile di un assistente, un dispositivo Amazon Echo o un dispositivo Google Nest.

Indipendentemente dal fatto che tu stia contattando qualcuno da un'app mobile o da un altro dispositivo smart, gli assistenti virtuali devono accedere ai tuoi contatti per questa funzione. Anche se non devi fornire il tuo numero di telefono all'Assistente Google per le chiamate, Alexa ti richiede di farlo, anche se puoi nascondere il tuo ID chiamante. Tuttavia, se non fornisci il tuo numero di telefono o non consenti che venga mostrato, il tuo ID chiamante verrà visualizzato come "Sconosciuto", "Privato" o "Anonimo" e la persona che stai chiamando potrebbe non rispondere.

Invio di messaggi di testo tramite l'Assistente Google è semplice come pronunciare la sua parola sveglia, "Invia messaggio a mamma", e poi pronunciare il tuo messaggio. Finché l'Assistente Google è abilitato, rileverà la tua app di messaggistica predefinita, troverà la persona corretta nell'elenco dei contatti e invierà un messaggio in vivavoce. Se hai installato un'altra app di messaggistica, ad esempio WhatsApp, includi semplicemente il titolo dell'app nel comando: "Invia un messaggio WhatsApp a mamma".

Alexa gestisce i messaggi di testo in modo leggermente diverso. Sia il mittente che il destinatario dei messaggi di testo devono avere l'app Alexa installata e un sistema operativo supportato sul proprio telefono: iOS 10.0 o versioni successive e Android OS 5.1 o versioni successive. Alexa non è integrata nei telefoni Android come l'Assistente Google e non è in grado di inviare un messaggio tramite WhatsApp, GroupMe o qualsiasi altra app di messaggistica a meno che tu non abbia impostato specificamente qualcosa tramite IFTTT.

Musica, podcast e altri intrattenimenti

Se hai un abbonamento a servizi di streaming musicale popolari, come Spotify o Pandora, e servizi di streaming multimediale, come Netflix o Disney Plus, non dovresti avere problemi a riprodurre i tuoi brani preferiti con un comando vocale a Google Assistant o Alexa. Sebbene entrambi gli assistenti virtuali possano eseguire questi tipi di comandi tramite uno smartphone, la tua esperienza sarà ancora migliore se possiedi un altoparlante intelligente o uno schermo intelligente.

È importante notare che devi integrare tutti i servizi che desideri controllare con Google Assistant o Alexa. Sì, sono assistenti virtuali intelligenti, ma non lo sono che inteligente. Se disponi di un telefono Android, l'Assistente Google può aprire molte app a cui hai già effettuato l'accesso, ma dovrai comunque dichiarare un'app musicale preferita affinché riproduca sempre i tuoi brani lì. In alternativa, puoi includere specificamente il nome dell'app nel tuo comando.

Vale anche la pena notare che la maggior parte degli assistenti virtuali non può connettersi ai servizi di streaming multimediale su uno smartphone. L'Assistente Google sui telefoni Android, ancora una volta, è un'eccezione. Poiché tutti i telefoni Android vengono forniti automaticamente con il supporto dell'Assistente Google, può aprire un'app che hai scaricato quando lo richiedi e talvolta eseguire un comando specifico all'interno dell'app.

White Amazon Echo Plus su un tavolo di legno in un soggiorno.

"Puoi mostrarmi gli orari di programmazione di un teatro nelle vicinanze?"

  • Assistente Google: Dopo aver elaborato la richiesta, sono comparsi 10 film diversi con la loro copertina e il loro genere. Toccando uno dei film disponibili si sono aperte molte opzioni e l'Assistente Google ha fornito alcuni dettagli su chi ha recitato e diretto il film. Puoi toccare gli orari degli spettacoli per vedere i cinema e gli orari degli spettacoli nelle vicinanze e le recensioni per vedere il punteggio complessivo del film su Rotten Tomatoes, IMDb e Letterboxd.
  • Alexa: “Ecco alcuni film in programmazione vicino a te oggi. Ticket to Paradise, Black Adam, Black Panther, Wakanda Forever e One Piece Film: Red. Se vuoi saperne di più, chiedimi di dirti di più. Dopo che Alexa ha finito questo discorso, non aspetta una risposta prima di chiudere la conversazione.

"Giocare NCIS su Netflix ".

  • Assistente Google: Sebbene l'Assistente Google non abbia effettivamente risposto a questa richiesta, l'ha elaborata in pochi secondi e caricata NCIS su Netflix. Inoltre, non ha solo iniziato la serie dall'inizio; riprendeva un episodio della dodicesima stagione in cui mi trovavo.
  • Alexa: "Mi dispiace, non posso ancora gestire questa richiesta."

"Giocare Mi ha detto di non preoccuparmi su Spotify.”

  • Assistente Google: “Riproduco l'album Mi ha detto di non preoccuparmi su Spotify.” La canzone è stata immediatamente riprodotta tramite Spotify.
  • Alexa: "Giocando Mi ha detto di non preoccuparmi di Alayna Grace su Spotify.” La prima volta che Alexa ha provato a elaborare questa richiesta, ha aggiunto il brano alla coda e ha ripreso il brano attualmente in riproduzione. Dopo aver cancellato la coda e aver riprovato, Alexa ha iniziato a riprodurre il brano corretto.

"Riesci a trovare e riprodurre musica per lo studio su Spotify o YouTube?"

  • Assistente Google: "Posso mostrarti delle immagini, se vuoi." Dopo aver detto questo, l'Assistente Google ha quindi aperto una playlist su YouTube intitolata Intense Studying Spotify – Deep Focus. Questa era una richiesta complicata progettata per testare la capacità di ciascun assistente virtuale di scegliere tra due app o chiedere chiarimenti. L'Assistente Google ha gestito la richiesta molto meglio di Alexa.
  • Alexa: "Scusa, non ne sono sicuro." Accorciando la domanda per includere solo Spotify, Alexa ha iniziato a riprodurre una playlist di studio su Spotify. Includere solo YouTube nella domanda ha prodotto la stessa risposta di "Scusa, non ne sono sicuro". Quando le è stato chiesto se poteva riprodurre musica per lo studio su YouTube, Alexa ha aperto l'app YouTube e ha cercato musica per lo studio, dicendo: "Ecco cosa ho trovato".

“Riproduci il prossimo episodio del podcast di Il piccolo club Dum Dum su Spotify.”

  • Assistente Google: "Ecco Il piccolo club Dum Dum con Tommy e Karl su Spotify.” L'episodio più recente del podcast della commedia australiana è iniziato a suonare dopo circa 10 secondi. Sebbene questo podcast abbia guadagnato un seguito sostanziale nel corso degli anni, non è ancora un podcast molto conosciuto in tutto il mondo, quindi è stato impressionante che l'Assistente Google potesse trovarlo e riprodurre un episodio.
  • Alexa: Questa sembrava essere una domanda confusa per Alexa. Invece di completare la richiesta vera e propria, Alexa ha riprodotto il brano successivo dalla playlist di studio sopra menzionata. Un secondo tentativo ha portato alla stessa cosa. Alexa è semplicemente passata al brano successivo nella playlist di studio su Spotify.

Routine: Alexa vs Assistente Google

Creare routine praticabili che supportino effettivamente la tua vita quotidiana è un'area in cui Alexa brilla e Google Assistant, sfortunatamente, no. Come afferma il nostro redattore capo, Josh Hendrickson: “Google lo è frustrantemente, orribilmente cattivo a [routine di supporto].” Questo non vuol dire che non puoi impostare una grande routine con l'Assistente Google, ma Alexa è in grado di creare routine più dinamiche che quasi anticipano i tuoi desideri, mentre l'Assistente Google eccelle solo nelle routine semplicistiche.

Se vuoi leggere di più sulla differenza tra le routine con Alexa rispetto a Google Assistant e perché esattamente L'Assistente Google fallisce così tanto nelle routine, ti abbiamo coperto.

Articolo originale

Related posts