Ubuntu Linux: modifica e apertura di file che richiedono i privilegi di amministratore

Tqui ci sono alcuni file in Ubuntu Linux (o sistemi simili a Unix) che solo l'utente root può accedere o modificare. Come posso modificare e / o aprire file che richiedono l'accesso admin (root) su un Ubuntu Linux?

File di configurazione, impostazioni del server e altri file in / etc / solitamente di proprietà dell'utente root e richiedono la modifica per scopi di configurazione su sistemi Linux o Unix. È possibile aumentare i privilegi utilizzando uno dei seguenti meccanismi:

  1. sudo comando : Esegui un comando come un altro utente utilizzando il metodo della riga di comando.
  2. gksudo or gksu comando : Esegui un comando come un altro utente che utilizza lo strumento grafico.

Requisiti

L'utente normale deve essere un membro del gruppo admin per aumentare i privilegi tramite il comando sudo o gksudo / gksu. Per impostazione predefinita, il primo account utente su Ubuntu Linux è un membro del gruppo admin. Puoi verificarlo digitando i seguenti comandi:

## scopri il tuo nome utente ## chi sono i ## verifica di appartenere a sudo o a un gruppo admin ## id ## Oppure usa il file / etc / group per verificare che fai parte di sudo o di un gruppo admin # # egrep -i 'sudo | admin' / etc / group

Uscite campione:

Fig.01: l'utente normale deve essere un membro del gruppo admin o sudo.

Fig.01: l'utente normale deve essere un membro del gruppo admin o sudo.

Dalle uscite di cui sopra è chiaro che l'utente chiamato 'nixcraft' fa parte del gruppo sudo su un Ubuntu Linux.

Esempi

L'utente di nixcraft fa parte del gruppo admin o sudo. Tutti i membri del gruppo admin possono ottenere i privilegi di root o consentire ai membri del gruppo sudo di eseguire qualsiasi comando utilizzando la CLI o il metodo grafico.

Metodo della riga di comando

La sintassi è:

comando sudo comando sudo arg1 arg2

Apri l'app Terminale e modifica il file /etc/resolv.conf usando o con l'editor di testo nano o vi:
sudo nano / etc / resolv.conf
OR
sudo vi /etc/resolv.conf
È necessario fornire la normale password dell'utente quando richiesto:

Gif 01: demo del comando sudo

Gif 01: demo del comando sudo

Ora puoi modificare il file e salvarlo come utente root. Si noti che per impostazione predefinita la politica sudoers memorizza le credenziali in cache per cinque minuti, ovvero dopo aver eseguito sudo l'utente ha cinque minuti per cui le successive chiamate sudo non richiedono l'immissione di una password. Questo può essere cancellato usando il seguente comando:

sudo -K

Metodo grafico

La sintassi è la seguente per modificare il file /etc/resolv.conf usando il comando gksudo. Per prima cosa, premi ALT-F2 e inserisci il seguente comando nella casella (apri l'app del terminale e digita il seguente comando):

gksudo gedit /etc/resolv.conf

Uscite campione:

Fig. 02: premere ALT + F2 e digitare il comando gksudo

Fig. 02: premere ALT + F2 e digitare il comando gksudo

È necessario fornire la normale password dell'utente quando richiesto:

Fig.03: digitare la normale password dell'account utente, ovvero la propria password quando viene promosso per eseguire l'attività di amministrazione

Fig.03: digitare la normale password dell'account utente, ovvero la propria password quando viene promosso per eseguire l'attività di amministrazione

Infine, gedit si aprirà come segue:

Fig. 04: gedit file di modifica con privilegi di amministratore

Fig. 04: gedit file di modifica con privilegi di amministratore

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.